regola dei terzi

La regola dei terzi permette all’ imprenditore l’analisi dell’ azienda definendo tre macroaree suddivise a loro volta in tre riquadri ciascuna, per un totale di nove riquadri.

È stata presa in prestito dalla fotografia; l’ applicazione della regola dei terzi permette al fotografo di ottenere un’ immagine più dinamica che permette di valorizzare il soggetto della foto. Per fare questo si suddivide lo scenario in nove parti uguali e si posiziona il soggetto su una delle intersezioni.

Regola dei Terzi

Ulteriori suddivisioni sono comunque ottenibili.

È importante anche la ricerca, statisticamente le aziende di successo  sono quelle che mantengono stabile l’ impegno nella ricerca applicata ai nuovi prodotti o servizi.

Marketing e Vendita

La ricerca oltre che alla progettazione di nuovi prodotti va intesa anche alla ricerca di nuove modalità per raggiungere la clientela che essendo mediamente informatizzata, comunica prevalentemente attraverso sistemi mobile e sistemi social.

Non si può più dire ‘è un mio cliente’ oggi il cliente non appartiene a nessuno è di tutti. È corteggiato dai vostri concorrenti e spesso è tentato ad acquistare altrove.

Sta a voi rendervi interessanti, e sta a voi corteggiare il cliente con metodi discreti e poco costosi. Macinare chilometri perpochi minuti di presenza presso il cliente non è più produttivo.

Inoltre dovete Differenziare la clientela per molte aziende è un percorso obbligato.

Molte aziende in periodo di crisi hanno effettuato dei tagli, spesso hanno tagliato rappresentanti e reti vendita. Anche se le aziende hanno cercato alternative è innegabile che il taglio da risultati economici immediati in quanto riduce i costi; ma è altrettanto innegabile che crea una anoressia di commesse tale da mettere l’azienda in condizioni peggiori.

Le scelte vanno fatte per tempo i vantaggi delle nuove decisioni possono portare benefici dopo un periodo più o meno lungo di rodaggio con risultati altalenanti per poi stabilizzarsi nel medio periodo.

Produzione Beni e servizi

Nella produzione  differenziare le linee di prodotto è VITALE.

Comunque sia, sappiate che anche se ora siete leader di mercato, c’è qualcuno che sta lavorando per rubarvi questo mercato e prendere la vostra clientela.

Occorre differenziare, l’azienda non può dipendere da un singolo o da pochi prodotti, progettatene di nuovi, cercate nuove soluzioni, riprogettate i prodotti, migliorateli.

Immaginate cosa può fare la tecnologia applicata ai vostri prodotti,  la tecnologia da un lato può togliervi il mercato, dall’ altro vi permette di riprogettare il prodotto migliorandolo e rendendolo più appetibile dalla clientela.

Produrre non significa solo realizzare un buon prodotto, ma significa fare in modo che il cliente abbia la percezione che il vostro prodotto  sia il migliore.  Per fare questo non basta che sia qualitativamente valido, dovete fare in modo che la qualità sia percepita.

Spesso un buon prodotto confezionato male o presentato male è percepito come un prodotto mediocre.

Imparate anche a comunicare ciò che fate, dettagliate fate in modo che il cliente si renda conto della differenza tra voi e i vostri competitor.

Risorse ECONOMICHE e Capitale di funzionamento

Il vostro cliente chiede sicurezza di acquistare da un fornitore che possa assicurare il servizio qualora si renda necessario.

Per fare questo dovete diventare solidi economicamente.

Il capitale di funzionamento, rappresenta le risorse necessarie in tutto il periodo che va dalla acquisizione della commessa all’ incasso.

La lunghezza di questo periodo varia a seconda della tipologia di prodotto e da una serie infinita di variabili che dipendono dai tempi di approvvigionamento delle materie prime che vanno sommati ai tempi tecnici di lavorazione, rifinitura e consegna.

Per chi produce pizze sono brevissimi mentre per chi produce satelliti sono lunghissimi.

La regola dei terzi porta comunque l’ imprenditore ad analizzare il fabbisogno e cercare fonti finanziarie che permettano la riuscita del progetto.